Le ovaie

Le ovaie che sono normalmente deputate alla produzione di ormoni quali estrogeni, progesterone (ormoni femminili) ed androgeni sono sotto il controllo dell’asse ipotalamo – ipofisi – ovaie che ne regola la secrezione ormonale durante ogni momento della vita dall’adolescenza, alla gravidanza fino alla menopausa.

Alterazioni nella secrezione ormonale delle ovaie possono portare a patologie quali oligomenorree , amenorree ed acne ed irsutismo.

Policistosi e micropolicistosi ovarica: è una patologia endocrina e metabolica che colpisce circa il 10 per cento della popolazione femminile in età fertile e rappresenta il disordine ginecologico più comune dell’età riproduttiva, è peraltro la causa più comune di infertilità femminile.

la Policistosi e micropolicistosi ovarica è dovuta da una   disfunzione  dell’ovaio in cui microcisti ovariche producono un quantità in eccesso di ormoni maschili (detti androgeni ) , con associata una resistenza all’insulina che posso determinare:

Alterazioni del ciclo mestruale, per esempio oligomenorrea (ciclo di durata superiore a 35 giorni) e l’amenorrea (assenza di mestruazioni);

  • Infertilità femminile, che si verifica nella maggior parte dei casi a causa dell’anovulazione cronica;
  • Alopecia androgenica, ossia perdita dei capelli tipica del sesso maschile;
  • Acne, pelle unta e dermatite seborroica;
  • Acanthosis nigricans, ovvero la presenza di macchie scure sulla pelle;
  • Molluschi penduli (fibromi molli);
  • Prolungati periodi di sindrome premestruale, con sintomi come gonfiore addominale, sbalzi di umore, dolore alla zona pelvica, mal di schiena;
  • Apnea nel sonno;
  • Elevati livelli nel sangue di ormoni maschili (androgeni), nello specifico testosterone, androstenedione e DHEAS, che causano irsutismo e talvolta mascolinizzazione;
  • Obesità centrale, ossia obesità che si concentra nella metà inferiore del torace, dando al tronco la caratteristica forma a mela;
  • Cisti multiple nella zona sottocorticale delle ovaie, che ad un esame ecografico possono rassomigliare ad una collana di perle;
  • Ingrossamento delle ovaie a causa delle cisti (le ovaie possono raggiungere dimensioni da 1.5 a 3 volte maggiori della norma);
  • Superficie ovarica spessa, liscia, color perlaceo;
  • Rapporto tra livelli di LH (ormone luteinizzante) e FSH (ormone stimolatore del follicolo) maggiore di 2.5, quando vengono misurati al terzo giorno del ciclo mestruale;
  • Bassi livelli di SHBG (globulina che trasporta gli ormoni sessuali);
  • Iperinsulinemia per aumentata resistenza all’insulina dei tessuti periferici e conseguente ridotta tolleranza glucidica.

Leggi gli articoli del blog