Le Ovaie

Le Ovaie

Le ovaie che sono normalmente deputate alla produzione di ormoni quali estrogeni, progesterone (ormoni femminili) ed androgeni sono sotto il controllo dell’asse ipotalamo – ipofisi – ovaie che ne regola la secrezione ormonale durante ogni momento della vita dall’adolescenza, alla gravidanza fino alla menopausa.

Alterazioni nella secrezione ormonale delle ovaie possono portare a patologie quali oligomenorree , amenorree ed acne ed irsutismo.

Policistosi e micropolicistosi ovarica: è una patologia endocrina e metabolica che colpisce circa il 10 per cento della popolazione femminile in età fertile e rappresenta il disordine ginecologico più comune dell’età riproduttiva. E’ peraltro la causa più comune di infertilità femminile. E’ dovuta da una   disfunzione  dell’ovaio in cui microcisti ovariche producono un quantità in eccesso di ormoni maschili ( detti androgeni ) , con associata una resistenza all’insulina che posso determinare:

Alterazioni del ciclo mestruale, per esempio oligomenorrea (ciclo di durata superiore a 35 giorni) e l’amenorrea (assenza di mestruazioni);

  • Infertilità femminile, che si verifica nella maggior parte dei casi a causa dell’anovulazione cronica;
  • Alopecia androgenica, ossia perdita dei capelli tipica del sesso maschile;
  • Acne, pelle unta e dermatite seborroica;
  • Acanthosis nigricans, ovvero la presenza di macchie scure sulla pelle;
  • Molluschi penduli (fibromi molli);
  • Prolungati periodi di sindrome premestruale, con sintomi come gonfiore addominale, sbalzi di umore, dolore alla zona pelvica, mal di schiena;
  • Apnea nel sonno;
  • Elevati livelli nel sangue di ormoni maschili (androgeni), nello specifico testosterone, androstenedione e DHEAS, che causano irsutismo e talvolta mascolinizzazione;
  • Obesità centrale, ossia obesità che si concentra nella metà inferiore del torace, dando al tronco la caratteristica forma a mela;
  • Cisti multiple nella zona sottocorticale delle ovaie, che ad un esame ecografico possono rassomigliare ad una collana di perle;
  • Ingrossamento delle ovaie a causa delle cisti (le ovaie possono raggiungere dimensioni da 1.5 a 3 volte maggiori della norma);
  • Superficie ovarica spessa, liscia, color perlaceo;
  • Rapporto tra livelli di LH (ormone luteinizzante) e FSH (ormone stimolatore del follicolo) maggiore di 2.5, quando vengono misurati al terzo giorno del ciclo mestruale;
  • Bassi livelli di SHBG (globulina che trasporta gli ormoni sessuali);
  • Iperinsulinemia per aumentata resistenza all’insulina dei tessuti periferici e conseguente ridotta tolleranza glucidica.

Adenomi Ipofisari

Adenomi Ipofisari

Iperprolattinemia, Acromegalia, Adenomi TSH secernenti in paratiroidi

FREQUENZA degli  ADENOMI IPOFISARI:

IPERPROLATTINEMIA sintomi

¨GALATTORREA¨ DISFUNZIONI   GONADICHE

  • amenorrea,
  • infertilità,
  • impotenza
  • diminuzione di libido
¨PROBLEMI NEUROLOGICI IPERPROLATTINEMIA cause:
  • lFisiologiche : gravidanza, allattamento, stress, sonno
  • lFarmacologiche : estrogeni, dopamino-antagonisti, anti-MAO, cimetidina, ecc.
  • lPatologiche  : adenomi ipofisari, lesioni ipotalamiche o al peduncolo ipofisario,  ipotiroidismo, insufficienza renale cronica, malattie epatiche gravi

IPERPROLATTINEMIA  diagnosi:

Livelli di PRL   :

  • ¨>  100 ng/ml  :  Prolattinomi
    • Microprolattinomi  < 1 cm
    • Macroprolattinomi  > 1 cm
  • ¨<  100 ng/ml  : “pseudoprolattinomi”

PROLATTINOMI  obiettivi terapeutici:

  •  Correzione delle anomalie visive o neurologiche
  • Riduzione / rimozione dell’adenoma
  • Correzione dell’iperprolattinemia
  • Ripristino della funzione gonadica
  • Mantenimento della funzionalità ipofisaria
  • Prevenzione della progressione della malattia

PROLATTINOMI  terapia:

  •  MEDICA
  • CHIRURGICA
  • (RADIOTERAPIA)

ADENOMI PRL-SECERNENTI  terapia:

PROLATTINOMI terapia medica:

DOPAMINO-AGONISTI  :

• Stimolano i recettori della Dopamina
• Agiscono  a livello ipotalamico e ipofisario
• Inibiscono la secrezione di prolattina

CONCLUSIONI  :

  • Ripristino di regolare PRL (> 80 % casi)
  • Riduzione della massa  (nel 90 % dei micro e 60 % dei macro)
  • Diminuzione delle complicanze
  • Ripristino della funzionalità gonadica

ADENOMI GH-SECERNENTI  sintomi:

  • ACROMEGALIA  : ispessimento di volume delle ossa (cranio, mandibola, mani, piedi)
  • MANIFESTAZIONI CLINICHE :
    • iperidrosi, dolori articolari, calcolosi renale
    • ipertensione, cardiomegalia
    • diabete, gozzo, iposurrenalismo, ipotiroidismo
    • diminuzione di libido, irregolarità mestruali
    • cefalea, disturbi visivi

ADENOMI GH-SECERNENTI cause

Presenza di adenoma ipofisario (spesso > 1 cm ) (mutazione di Gs proteina nel 40 % degli adenomi)

L’ipersecrezione  di GH  comporta  eccessiva produzione di IGF-I, mediatore della maggior parte degli effetti del GH

ADENOMI GH-SECERNENTI  terapia:

  • CHIRURGICA
  • MEDICA
  • RADIANTE

ADENOMI GH-SECERNENTI  terapia medica:

ANALOGHI DELLA SOMATOSTATINA

  • Octreotide-LAR
  • Lanreotide

ADENOMI TSH-SECERNENTI :

DIAGNOSI:

  • segni clinici di ipertiroidismo
  • Aumento di FT3 e FT4 , associato a TSH inappropriatamente normale o aumentato,  non responsivo allo stimolo con TRH
  • aumento delle alpha subunità degli ormoni glicoproteici
  • evidenza di adenoma ipofisario alla RMN

ADENOMI TSH-SECERNENTI TERAPIA:

  • chirurgica (adenomectomia)
  • medica: octreotide
  • radioterapia